info@lgsoluzioni.it 335.33.44.98 skype: lg_soluzioni

Dal Rinascimento le porte da interno iniziano ad avere una funzione decorativa oltre che pratica e il legno, più o meno pregiato e lavorato, testimonia l’opulenza del proprietario dell’edificio.
Al noce, al cipresso e al castagno, intarsiati e decorati, utilizzati di preferenza nelle case signorili, fanno da contraltare il pioppo o l’olmo nelle case borghesi. Nelle case povere le porte interne restavano una rarità.
La vera ed ampia diffusione delle porte da interno si avrà a partire dal 1700. Il legno viene laccato, lavorato a cornici e dorature, arricchito di decorazioni dipinte ed applicazioni in rilievo. Per attendere la rivalutazione delle venature del legno lasciate a vista bisognerà attendere il 1800. Da allora le porte da interno acquistano dei connotati formali sempre più vicini a quelli dei prodotti che oggi troviamo in vendita, che spesso costituiscono l’interpretazione innovativa delle linee classiche su basi tecnologicamente più avanzate.